Cowboy a Chinatown

Pubblicato il 17 Novembre 2013

Troppe cose da fare, non ho più il tempo per dormire quelle canoniche 48 ore durante il week end. Quindi ho imparato a svenire a singhiozzo: il sabato mi alzo e faccio la spesa, poi dormo 15 minuti sul divano, esco a pranzo e poi dormo 15 minuti sul divano, faccio andare la lavatrice e mi addormento sullo stendino, mi sveglio ed esco per un aperitivo. Quindi se son sempre fuori a mangiare che cavolo ho fatto la spesa a fare? Sto perdendo il filo del discorso.

Questo sabato l'ho passato per negozi alla ricerca del giusto abito per una giusta festa. Tema del party: cowboy e indiani. Che fa molto teenager anni '90. Io mentalmente sono sicuramente un teenager e anagraficamente sono almeno tre teenager, per cui è perfetto.

Ho cercato nell'armadio un costume adeguato e nell'ordine ho trovato prima una maschera da pellicano, poi una da gallo, un mantello da Dracula e un cappello a forma di testa di panda, ma di un cowboy nemmeno l'ombra. In realtà mi sono capitati in mano un paio di speroni. Veri. Non so esattamente come siano finiti nel mio cassetto, forse servivano per un giochetto erotico del tipo “mandriano e vacca” ma non ricordo di averli mai usati.

E' indispensabile trovare l'abito migliore per l'occasione, se c'è da vestirsi da pirla, da pirla bisogna vestirsi. Lo insegna il Bon Ton.

Ho girato un po' per Chinatown, perché i bambini cinesi con le loro manine sanno confezionare degli oggetti carinissimi a prezzi modici, ma non ho trovato nulla. Per fortuna ho scovato un negozietto microscopico che vendeva cappelli da cowboy accanto a delle tette finte di plastica. Le tette erano così belle che per un attimo ho pensato di travestirmi da cowboy transessuale.

Sono un po' in ansia per questa festa, metti dei poco più che ventenni (che saremmo noi in una visione molto ottimistica) in un locale con alcol e un toro meccanico e può concludersi in un solo modo, al traumatologico. Per l'occasione butterò giù un po' di farmaci a caso come Aulin, Tachipirina, Buscopan, Voltaren.. e ci berrò sopra. Se sono fortunato avrò qualche reazione allergica e mi gonfierò come una zampogna, così se cado dal toro non mi faccio troppo male.
 

Nota di costume: nel primo post scrissi che mio fratello mi chiama Testina Di Cazzo, oggi invece per tutto il giorno sono stato Superminchia. Mi piace, è di classe, crea delle aspettative (mal riposte) e poi è come essere un supereroe della Marvel: Superman, Flash, Batman e Superminchia.

 

Scritto da Cretino

Con tag #Cretino

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post