Jack Ariosto in Chevrolet

Pubblicato il 9 Dicembre 2013

Sta succedendo, gli ultimi amici scapoli si sposano e i primi a essersi sposati si separano. Il cerchio della vita come cantava Ivana Spagna prima di diventare stilista per cani. E non è una battuta.

La mia coppia preferita in assoluto sono i miei amici S. e D. Meravigliosi nel loro mondo fatato. L'imminente maternità ha dato loro il colpo di grazia e si sono, vorrei trovare le parole giuste che rendano bene il loro stato attuale... ecco sì, si sono rincoglioniti. S. da quando ha il pancione ha intrapreso una sua personale lotta con il dizionario t9 del suo cellulare. Scrive messaggi incomprensibili al limite del surreale. Di seguito alcune parole con la relativa traduzione italiano-stordita:

  • so = sobria
  • ma = natale
  • che = chevrolet
  • casa = castità
  • D. (suo marito) = Jack Ariosto (Quest'ultima è inspiegabile anche per le menti più alte).

Quindi un ipotetico scambio di messaggi potrebbe essere:

Cretino: Ciao amica! Stasera andiamo al cinema?!

S.: Ciao amico! Non lo sobria. Arrivo a castità e sento Jack Ariosto. Natale a Chevrolet ora?

Chiaro no? E suo marito non è da meno, l'altra mattina mi ha scritto un paio di messaggi prima di capire che non ero sua moglie. Tra l'altro vorrei precisare che come immagine di whatsup ho un maiale, per cui lui ha scritto al maiale convinto che fosse sua moglie. Ma di questo ne parleranno con il consulente matrimoniale.

Un sabato mattina colta da ansia prenatale S. ha obbligato Jack Aristo a un tour per ospedali. Armata di taccuino e penna ha fatto il giro dei principali ospedali della zona intervistando chiunque: infermiere, ostetriche, pediatri, otorini.. credo abbia chiesto al manutentore del San Raffaele cosa ne pensasse del parto in acqua. Del resto lui di acqua e tubi s'intende sicuramente.

Un sera a cena annunciano la scelta dell'ospedale per il parto:

S.: E' la struttura migliore, praticano l'epidurale e durante il travaglio, per alleviare un po' il dolore, ti somministrano del gas nervino.

Silenzio.

S.: Il gas nervino, quello che usano anche alcuni dentisti.

Ma dove si fa curare i denti questa qui?! Cinque secondi di stand by e inizia a ridere.

S.: Noooooooo volevo dire il gas esilarante!!!!!!

E ride. Che poi se è cosi al naturale non oso pensare dopo il gas. Jack Ariosto per cercare di dare un contegno alla conversazione, mentre S. continuava a ridere, aggiunge: Poi c'è il vantaggio che la sala travaglio è anche la sala parto, non ti spostano. E' più comodo, poi la sala è confortevole e c'è un angolo cottura. Certo, metti che ti viene fame vuoi non fare una carbonara?

Il mondo fatato. Comunque tutto questo farà di loro dei genitori perfetti, perché la confusione e il disagio mentale sono per loro sinonimi di allegria e gioia di vivere, e quel piccolo pupetto sarà un bambino molto fortunato. Se poi da grande vorrà farli internare, lo aiuterò con la documentazione.

Scritto da Cretino

Con tag #Cretino

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post