CS-Cretina Senior-Parte 3

Pubblicato il 7 Febbraio 2014

Intrighi, torbide relazioni, omicidi, errori grammaticali.. tutto questo nella terza (e ultima?) parte di Cretina Senior.

CS e la casa (by Cretina)

Sembra un titolo dell'orrore e in effetti è qualcosa di simile.

Un giorno CS decide di comprare casa. Budget discreto, possibilità illimitate. Se non fosse per il problemino estetico di cui abbiamo già parlato.

"Guarda Anna, che bella casa: ottima zona, dentro il budget, tutta ristrutturata, ascensore, in regalo una valigetta con dei dobloni...", "Eh ma... hai visto la facciata del palazzo?" "Be' non è una brutta facciata". "Nooo, dico la facciata del palazzo di fianco!"

"Guarda Anna, che bella casa: ottima zona, dentro il budget, tutta ristrutturata, ascensore, in regalo una fornitura di abiti ventennale...", "Eh ma... hai visto il bagno?", "Boh, si, cos'ha il bagno?", "La carta igienica... ti pare che posso comprare la casa da uno che mette il rotolo col foglio che pende dietro e non davanti?!"

"Guarda Anna, che bella casa: ottima zona, dentro il budget, tutta ristrutturata, ascensore, in regalo un toy boy diverso ogni sera...", "Eh ma...hai visto la protineria?", "Ah, dici per le spese di portineria? Ma guarda che non incidono così tanto..", "Noooo, dico hai visto la portineria? C'è una che si veste malisssssssimo!"

Un giorno arriva e ci fa: "Trovata! E' perfetta! Guardate le foto!"

"Molto bella in effetti. Ma...non c'è l'ascensore." "Be' meglioo. niente palestra, si fanno le scale"

"Si, ma... non c'è spazio per l'armadio", "Be' ma io butto giù la cucina, che tanto non le devo mica cucinare le macine e la birra, e ci faccio la cabina armadio. E poi vorrà dire che butterò due abiti. Gli altri 247.089.456 ci stanno"

"Ma non avevi detto che la finestra, in bagno, era imprescindibile?", "Me la disegno. Son architetta. Quante storie! Ma scusate...avete visto che bello il termosifone??!?!"

Ecco... così per circa 85 case.

 

CS e le dipendenze (by Cretino)

Anna ha seri problemi di dipendenza. Dipendenza da qualunque cose. Alcol, scarpe, candeggina, farfalle di plastica, cuscini. Qualunque cosa.

Anna beve. Sempre. Il suo sogno nel cassetto è morire nella vasca da bagno come Whitney Houston dopo che si è scolata una bottiglia di vino. Sovente saluta con la frase “Vado a morire in vasca”, ma poi sopravvive sempre. Secondo me non s'impegna abbastanza. E' pazza.

Già che siamo in bagno accenniamo alla sua mania per la pulizia. Ogni volta che fa la cacca butta nel cesso un litro di candeggina “Perché disinfetta”. Ha inquinato le falde acquifere di mezza Milano, però ha un water che brilla. Meno male soffre di stitichezza, l'ambiente ringrazia. Un giorno è arrivata con i crampi alle mani, aveva pulito casa con così tanta veemenza da non riuscire più a tendere le dita. E' pazza.

La sua cena tipica è quella con Macine del Mulino Bianco e birra, anche detta La Dieta del Mugnaio Alcolista se poi però la porti al giapponese devi frustarla per farla smettere di mangiare. E' pazza.

“Ti piacciono le mie scarpe nuove?”, “Me le avevi già mostrate ieri.”, “No quelle di ieri erano nere fumo di Londra, queste sono nere fumo di Milano. Poi ne ho prese un terzo paio nere fumo di Brianza per quando vado a trovare i miei”. Anna vive letteralmente nelle sue scarpe e ha così tanti accessori da rendere fashion tutto il terzo mondo, perché va bene morire di fame ma bisogna farlo con stile. Un giorno mi chiama per chiedermi un favore: “Puoi andare in quel negozio a prendermi un abitino: codice del prodotto 825125, codice colore AE444874, codice tessuto 44646DF5. Devi parlare con una certa Luisella, ti mando via sms il suo codice fiscale”. E' pazza.

Poi c'è stato il momento delle farfalle bianche di plastica appese in camera. Farfalle in ogni dove. Poi è stato il turno delle piantine grasse. Piantine grasse in ogni dove. Poi i cuscini... sempre in ogni dove. E' pazza.

Anna è così amabilmente stordita, piacevolmente scassa cazzo e simpaticamente confusa. Riempie le nostre vite piatte e monotone, rendendole mirabolanti. Noi le vogliamo tanto bene, un mondo di bene, ma ogni tanto la minacciamo di morte, consapevoli del fatto che nessuno la vorrebbe nell'aldilà.

Io e Cretina da oggi entriamo a far parte del programma di protezione testimoni. Scriveremo i nostri post da un luogo segreto, di diffice accesso, un posto che CS non frequenterebbe mai, tipo un locale per eterosessuali. Anna, prendi esempio dalla signora e vai a caccia di uccelli! Addio.

Scritto da Cretina e Cretino

Con tag #Cretina, #Cretino

Repost 0
Commenta il post