Affetto preconfezionato

Pubblicato il 26 Novembre 2013

Amo la digitalizzazione. Amo spedire, pagare, prenotare, senza alzare le chiappe dalla sedia.

E’ vero, è un circolo vizioso: inizi a usare i servizi on line perché non hai voglia di uscire di casa e quei quattro passi potrebbero esserti fatali; finisci con l’usare i servizi on line perché non puoi più uscire di casa avendo perso l'uso delle gambe. Ma sono dettagli. Tra l’inizio e la fine avrai evitato inutili sforzi.

E' per l'appunto mentre facevo del training autogeno per convincermi a raggiungere la posta che ho scoperto la possibilità di inviare telegrammi restando comodamente seduta. Compili il testo, scrivi l’indirizzo, paghi e via. Tempo richiesto per arrivare al cuore del destinatario: 45 secondi. Ma c’è di più. Se oltre alle gambe hai ormai atrofizzato anche il cervello, il magico portale ti offre telegrammi precompilati, suddivisi per tema. Unica pecca: quasi certamente il destinatario non ti rivolgerà mai più la parola. Si tratta infatti di una carrellata di battute pietose, insulti e cattiverie gratuite. Un po’ la storia della mia vita.

Inutile dire che a me serviva la sezione Lutto, ma parole quali “sgomenti”, “attoniti” “immane tragedia” mi hanno fatta desistere. Sarei risultata un po' maniacale. Mi è toccato perciò elaborare in autonomia frasi di rito. Tuttavia, ho preso nota dei messaggi proposti per altri eventi, ideali per farsi eliminare dal libricino degli amici e liberarsi per sempre degli affetti ingombranti.

Matrimonio

“Impossibilitati partecipare il giorno delle nozze.. Aspettiamo un invito nella nuova casa.” Il top del cafone. Sei invitato al matrimonio, avvisi che non vieni a mezzo telegramma e già ti autoinviti nella nuova casa?! Eliminata.

 “Noi ti avevamo avvertito, tu non ci hai voluto credere, ne riparliamo tra qualche anno. Intanto tanti baci alla sposa.” Questa è evidentemente una minaccia mafiosa. Credo andrebbe spostato alla categoria “pizzini”. Ma prosegue: “..nella prossima partita scapoli contro ammogliati, questa volta giocherai con noi.” Gag comica, rullo di tamburi e risate registrate. Eliminata.

“Finalmente una storia d'amore a lieto fine..” Firmato, la vostra amica depressa. Eliminata.

“Sono finiti i giorni da single, finalmente anche tu hai deciso di mettere la testa a posto, era ora. Auguri.” Ovvero: cara sposa, ti stai tirando su un puttaniere. Auguri. Eliminata.

Nascita

“Adesso che e' arrivato, siete veramente una famiglia modello, congratulazioni.” Meno male che avete procreato, prima facevate schifo. Eliminata.

“Complimenti. Se il tasso di natalita' ora e' in rialzo e' tutto merito vostro.” Valido in caso di parto plurigemellare. Fuori luogo in altre situazioni ed eliminata.

 “Vi facciamo tantissimi auguri, anche se a dire il vero siamo un pochino invidiosi...” E vostra figlia si pungerà con un fuso a 18 anni. Solo il bacio di un principe la risveglierà. Eliminata. Dalla fata smemorina.

Grande comicità anche nella sezione Compleanno.

“Questa mattina mi sono ricordata di aver finito il latte in frigo, di dover cambiare le gomme alla macchina e anche che oggi e' il tuo compleanno. Tanti auguri.” Grazie degli auguri sentiti.. strozzati col latte e buca in autostrada. Eliminata. In autostrada.

Dello stesso tono, serie beato te che hai un amico come me: “Hai visto che anche quest'anno mi sono ricordato del tuo compleanno? Tanti auguri.” Troppo buona, davvero. Ti mando un assegno. Eliminata. Ma arricchita.

Mentre il tema Laurea ci propone "le congratulazioni che ti potevi risparmiare."

Dopo anni di sofferenze, privazioni, patimenti finalmente ce l'hai fatta. Grazie a nome di tutti i tuoi amici che non ne potevano piu' dei tuoi lamenti.” E dello stesso tono:” Dopo infinite peripezie anche tu sei giunto all'alloro, roba da non credere.” Eliminatissima e non invitata alla festa.

Lo so, siete "attoniti" e "sgomenti", ma è tutto vero.

Io a chiunque abbia partorito queste perle vorrei mandare un telegramma. Precompilato.

Cretina

#2cretini

 

 

 

 

 

Scritto da Cretina

Con tag #Cretina

Repost 0
Commenta il post